Global Cosmesi

Love is in the Hair

Love is in the Hair!

Spesso intesa come fattore d’identità di una persona, la chioma dei capelli gioca un ruolo fondamentale per la bellezza e il benessere psico-sociale dell’individuo. Tanto che alcune problematiche del cuoio capelluto, come la tanto temuta “perdita dei capelli”, possono diventare un’ossessione per entrambi i sessi. Diversi studi mostrano infatti come condizioni di questo genere possano avere un grosso impatto psico-sociale sull’individuo. Non dimentichiamo che è vero anche il contrario: alcune situazioni psicologiche possono influenzare lo stato di salute dei capelli e del cuoio capelluto.

La bellezza della chioma parte dalla salute del cuoio capelluto; ecco perché esistono rituali ed ingredienti cosmetici che ne permettono il corretto mantenimento dello stato fisiologico. Il cuoio capelluto è ricoperto dalla stessa pelle del resto del corpo perciò ne richiede la medesima cura. I follicoli pilosebacei che vi alloggiano devono rimanere in buono stato per limitare e prevenire l’insorgenza di alterazioni.

È noto che un cuoio capelluto pulito e libero da inquinanti e tossine favorisca il corretto ricambio cellulare e quindi il normale ciclo di crescita del capello. Al contrario, un cuoio capelluto occluso da sebo, cellule morte o residui di cosmetici può essere una delle principali cause di una loro non corretta crescita. Non solo, di fronte alle numerose aggressioni a cui è sottoposto, il cuoio capelluto può reagire con molti sintomi.

Pulizia, rigenerazione e rivitalizzazione sono stati i pilastri che hanno guidato il nostro team di ricerca e sviluppo. Avete pensato ad uno shampoo? Sarebbe stato troppo semplice. Vogliamo presentarvi un prodotto aggiuntivo per dare ancor più importanza al concetto di prevenzione e mantenimento dell’equilibrio del cuoio capelluto. L’era in cui la chioma veniva trascurata rispetto al resto del corpo è ormai passata. I consumatori sono sempre più attenti alle proprie abitudini cosmetiche anche quando si parla di capelli e sono disposti ad integrare prodotti più specifici.

LOZIONE MICELLARE PRE-SHAMPOO

La lozione micellare pre shampoo rappresenta un efficace trattamento da applicare prima della normale detersione dei capelli. La definiamo “fase zero”. Grazie al suo mix di acidi, salicilico e tartarico, si comporterà sul cuoio capelluto come un gentile ma efficiente peeling.

L’argilla viola svolge in questo prodotto un ruolo di sebo-regolazione che la rende particolarmente adatta al cuoio capelluto grasso. Mentre l’innovativo Probiotic mist complex a base di zenzero, incenso e uva valorizza l’aspetto di ribilanciamento del microbiota cutaneo. Il risultato sarà la riduzione di arrossamenti e il ripristino della flora residente. Un vero e proprio alleato per prevenire le principali problematiche del cuoio capelluto.

SIERO LENITIVO CUOIO CAPELLUTO

Emulsione fluida caratterizzata da consistenza liquida e afterfeel leggero. La texture innovativa ne permette l’applicazione quotidiana e senza risciacquo sul viso, sul corpo e sullo scalpo senza appesantire o lasciare tracce sullo stelo.

Formula indicata a contrastare tutte le reazioni di arrossamento, irritazione, desquamazione e prurito della pelle determinate da fattori esogeni o no. Sostanze funzionali quali allantoina, bisabololo e acido glicirretico sono da sempre utilizzate per la loro azione calmante e lenitiva. Arricchito in acido ialuronico e burro di karitè per un’azione idratante, nutriente e di riduzione della desquamazione cutanea. Infine, la presenza di un particolare estratto derivante dalle bacche del pepe della Tasmania aumenta la sensazione di confort della cute riducendo la vasodilatazione e l’edema.

SIERO RIEQUILIBRANTE CUOIO CAPELLUTO

Emulsione dalla consistenza liquida e afterfeel leggero. La sua texture ne permette l’applicazione quotidiana e senza risciacquo sulla cute del viso e del cuoio capelluto senza appesantire o lasciare tracce.

Formula indicata nei casi di cute grassa con eccesso di sebo complice del fastidioso effetto lucido e dei capelli che si sporcano facilmente. La presenza di un innovativo complesso di estratti vegetali derivanti da uva, zenzero, incenso, Barosma Betulina e bardana, esplica azione sebo-regolatrice e astringente, aiutando a riequilibrare lo stato della cute a 360 gradi. La formula è arricchita con amido di riso per un immediato assorbimento del sebo in eccesso.

Condividi:

C’è vita sulla pelle? Si, moltissima!

C'E' VITA SULLA PELLE? SI, MOLTISSIMA!

La superfice della pelle è colonizzata da batteri, lieviti, muffe e virus. Nel loro insieme questa flora residente è definita microbiota. Seppur invisibile all’occhio, parliamo di un ecosistema abbondante in cui i microrganismi possono arrivare anche ad un milione per cm2. Da qualcuno è definito come un immenso giardino zoologico che popola ogni distretto corporeo, tra cui quello cutaneo.

Il microbiota commensale, quando in ottime condizioni, gioca un ruolo importante nel mantenimento della funzione barriera della pelle. A partire da questa scoperta il microbiota è diventato uno degli argomenti maggiormente studiati e trattati nel settore cosmetico. Molti studi sono arrivati dal campo medico e hanno portato all’introduzione di innovative materie prime cosmetiche.

L’importanza è implicita nel suo essere: un equilibrio altamente dinamico. La varietà, la quantità, la qualità e la distribuzione dei microrganismi sono parametri rilevanti. Questi ultimi possono sia dipendere dalle condizioni della pelle che influenzarle. L’alterazione del microbiota con sovrapposizione di alcuni specifici microrganismi, definita disbiosi, rappresenta un fattore non genetico nella patogenesi di alcune condizioni cutanee. Una fra le più importanti, spesso oggetto di studio è l’acne vulgaris, tipico esempio in cui uno dei batteri commensali, il Propionibacterium acnes, subisce una crescita eccessiva ed esponenziale che contribuirà alla progressione dell’acne stessa. Un altro esempio è rappresentato da Staphylococcus epidermidis che forma oltre il 90% di tutto il microbiota residente e svolge numerose attività antinfiammatorie tra cui: promozione della funzione barriera, inibizione della colonizzazione di potenziali patogeni e inibizione della produzione di citochine infiammatorie. Ecco perché uno dei segreti della pelle sana è un microbiota bilanciato.

Proposta formulativa

Il nostro laboratorio di ricerca e sviluppo, ha sviluppato formule mirate che utilizzano un innovativo complesso di natura vegetale. Il Prebiotic Mist Complex è in grado di agire contemporaneamente sulla modulazione positiva dei parametri sopracitati e sul rispetto della biodiversità. Una volta ritrovato l’equilibrio tra componente salutare e patogena, la pelle sarà più sana e meno vulnerabile a condizioni cutanee sfavorevoli.

I prodotti si rivolgono a diverse categorie di pelle, tra cui:
– pelle grassa e impura, affermandosi come booster dei prodotti specifici già utilizzati nella beauty routine;
– pelle sensibile che soffre di rossori e irritazioni di natura esogena e non, rafforzando l’azione calmante

SKINCARE

LOZIONE ESFOLIANTE SCHIARENTE

SIERO VISO PREBIOTICO

BODYCARE

SOLUZIONE PREBIOTICA PRE-SHAMPOO

SHAMPOO MICELLARE

Condividi:

HAIRCARE e SKINCARE: la fusione di due anime

immagine cute e viso skinification

Haircare e Skincare: la fusione di due anime.

Uno dei maggiori trend del momento è quello della Skinification, la tendenza a realizzare prodotti make-up e hair care ispirati ai concetti di efficacia degli ingredienti usati tradizionalmente nel mondo skincare. Il concetto di fondo è quello di mettere la cute al centro delle proprie abitudini cosmetiche, indipendentemente dall’area di applicazione del prodotto stesso perché la pelle non termina all’attaccatura dei capelli.

Pensate, per esempio, ad un fondotinta che trucca apportando i benefici di una crema idratante oppure ad un siero per il cuoio capelluto che agisce in maniera mirata come se fosse pensato per il viso. In particolare, hairskinification esprime la tendenza sempre maggiore di prendersi cura della cute con la stessa attenzione che quotidianamente si rivolge soprattutto al viso. Da qui nascono shampoo e sieri super performanti e mirati alla risoluzione delle problematiche della cute o al mantenimento del suo corretto stato di salute.

I prodotti pensati con la logica Skinification sono sempre più multifunzionali, studiati per apportare gli stessi benefici alla pelle del viso, del corpo e del cuoio capelluto, indistintamente. Immaginiamo di poter applicare lo stesso prodotto sul viso e sulla cute.
Ne derivano due importanti benefici: da un lato la certezza di applicare gli stessi ingredienti, alla stessa concentrazione su entrambe le aree, dal altro la riduzione dei tempi necessari a portare a termine la propria beauty routine quotidiana. Il primo ci sta molto a cuore perché crediamo fermamente che il prodotto cosmetico debba essere efficace oltre che gradevole all’applicazione.

Le nostre proposte formulative VISO&CUTE

Il nostro team di ricerca e sviluppo, specializzato nella formulazione di prodotti per il settore haircare e skincare, ha deciso di concentrare la propria attenzione su questo argomento con l’obiettivo di unificare l’expertise in queste due aree in un unico prodotto ibrido. Ecco che le performance hair care si fondono letteralmente con l’efficacia dei trattamenti skincare.

LOZIONE MICELLARE

Lozione acquosa concentrata indicata per il trattamento delle pelli miste a tendenza acneica che soffrono di lucidità del volto, presenza di punti neri e bianchi e di uno scalpo grasso con capelli che si sporcano velocemente.

SIERO LENITIVO

Emulsione fluida caratterizzata da consistenza liquida e afterfeel leggero, tipici dei sieri per il viso. La texture innovativa ne permette l’applicazione quotidiana e senza risciacquo sul viso, sul corpo e sulla cute senza appesantire o lasciare tracce sullo stelo.

SIERO RIEQUILIBRANTE

Emulsione dalla consistenza liquida e afterfeel leggero. La sua texture ne permette l’applicazione quotidiana e senza risciacquo sulla cute del viso e del cuoio capelluto senza appesantire o lasciare tracce.

Condividi:

Cosa ci richiede il mercato?

Cosa ci richiede il mercato?

Più formule “green” e controlli.

Il Coronavirus ha sensibilizzato molti, soprattutto le giovani generazioni, sul tema della sostenibilità. Così, eco-compatibilità ed etica si rivelano ottime opportunità di ripresa del mercato.

Per sviluppare questa grande esigenza del mercato “green” in ambito estetico, Global Cosmesi ha messo in prima linea Chiara Zerbini, in qualità di Responsabile tecnica del marchio Esteticare, che ha dedicato più di 3 anni di Ricerca e Sviluppo a questa linea professionale per Centri Estetici, SPA e palestre.

“La grande sfida durante questi anni è stata quella di riuscire a formulare prodotti naturali e sostenibili per l’ambiente in quanto non dovevo solo eliminare le normali materie prime che si utilizzano di solito, come Siliconi, Parabeni, Peg, Acrilati, Edta, Cessori di Formaldeide o Allergeni,  ma cercare, eliminando queste, di mantenere la stessa texture, la stessa performance e la stessa sensorialità di un normale cosmetico, in modo che il consumatore finale o l’estetista stessa potesse comunque apprezzarlo.

Non è stato facile!  Ci sono tante difficoltà ed ostacoli da affrontare per la creazione di un “semplice” cosmetico naturale. Prima di tutto bisogna crederci e bisogna essere fortemente motivati perché è una sfida molto impegnativa per ogni formulatore; ci vuole tanta ricerca, tanto tempo, tante energie e tanta collaborazione per riuscire a sviluppare un prodotto totalmente green.

Insieme alle mie colleghe del Laboratorio, cerchiamo di fare del nostro meglio ogni giorno, testando e provando personalmente ogni formulazione fino al raggiungimento del prodotto ottimale da poter presentare sul mercato. Inoltre, non bisogna dimenticare che dobbiamo rispettare determinate norme di sicurezza stabilite dall’Unione Europea ed i diversi regolamenti stabiliti per ogni tipologia di Certificazione, che sia Cosmos, Aiab, Ecocert o Natrue che delineano i limiti di utilizzo per determinati ingredienti o le percentuali minime e massime di ingredienti richiesti per certificare poi il prodotto cosmetico naturale.

Lo sviluppo di nuovi cosmetici green è nato dalle numerose richieste di mercato che ci sono arrivate sul Private Label, da cui nasce la nostra expertise aziendale, che si sta orientando sempre più verso la produzione di cosmetici sostenibili, naturali e certificati, pensati per intercettare le nuove esigenze dei clienti ed insieme migliorare l’impatto ambientale.
Sempre maggior attenzione, quindi, alla salute ed al benessere e noi di Global Cosmesi cerchiamo sempre di stare al passo con queste richieste ricercando materie prime innovative: non sintetiche ma naturali, emulsionanti non etossilati, oli vegetali che sostituiscano gli oli minerali e tensioattivi delicati a differenza di tensioattivi più aggressivi come gli SLS. Non bisogna dimenticare però che “sintetico” non significa “tossico” e che “naturale” non significa “innocuo”, al contrario, alcune piante possono contenere veleni e la stessa sostanza funzionale può essere dannosa per l’organismo se impiegata erroneamente.

L’impegno quindi che ci prefiggiamo in Global Cosmesi è quello di stare al passo con le richieste di mercato, di creare prodotti funzionali nel massimo rispetto della nostra pelle ma anche del nostro ambiente, cercando di utilizzare materie prime di alta qualità mantenendo la stessa performance e sensorialità di sempre.”

#noicimettiamolafaccia

Condividi:

Come nasce un prodotto cosmetico

Come nasce un prodotto cosmetico

Vi siete mai chiesti come nasce un prodotto cosmetico? Probabilmente la risposta può sembrare banale, ma così non è. Un cosmetico si porta dietro un’idea, un progetto da sviluppare, un bisogno da soddisfare o più semplicemente un desiderio che si vuole scatenare in qualcuno.

Assunta Nappo formulatrice del team di RICERCA & SVILUPPO di Global Cosmesi, realtà che lavora conto terzi, spiega che il punto di partenza è sempre il brief: raccolta dettagliata di informazioni che sviscerano concretamente ciò che si desidera ottenere da un determinato progetto.

Per noi formulatrici si tratta di uno strumento decisivo e cerchiamo di operare in modo proficuo con gli altri settori al fine di ottenere il maggior numero di informazioni e spunti formulativi in questa fase di approccio al progetto. In alternativa, il brief può essere direttamente realizzato da noi come obiettivo per lo sviluppo di formule innovative per la cura della persona da offrire ai nostri clienti. Da qui in poi lo useremo come filo conduttore che ci porterà a pensare al prodotto in tutti i suoi aspetti: perché il cosmetico si deve immaginare con la mente e con i sensi ancor prima di realizzarlo” ci spiega prontamente.

Solo l’unione sapiente e accurata di molteplici ingredienti potranno concretizzare la funzionalità richiesta e la sensorialità immaginata attraverso una struttura idonea e accattivante.

Mi piace sempre pensare alla nascita di un nuovo cosmetico come un incontro di due anime: quella scientifico/tecnologica e quella creativa. In poche parole i due volti del formulatore” aggiunge.

Questo è ciò che accade nel nostro Laboratorio di Ricerca e Sviluppo: ogni singolo ingrediente è valutato e selezionato a far parte del prodotto cosmetico finito con uno scopo ben preciso, sia esso di natura tecnica/strutturale o edonistica/sensoriale. Per un cosmetico non esiste sensorialità senza tecnicità e viceversa. I due aspetti devono fondersi intimamente al fine di ottenere una formula stabile dal punto di vista tecnico e strutturale, precisa ma soprattutto piacevole.

Il concetto della “gradevolezza cosmetica” è un aspetto che ci sta particolarmente a cuore quando formuliamo: un cosmetico gradevole sarà un cosmetico che verrà utilizzato maggiormente dall’utilizzatore finale. Di conseguenza, un’applicazione costante sarà la chiave che permetterà al prodotto di esplicare le sue azioni funzionali ed essere efficace.

Condividi:

Il cuore GREEN delle sfumature

Il cuore GREEN delle sfumature

Dall’acquisto delle componenti necessarie, al fine di realizzare prodotti specifici per una linea in private label, alla vendita degli stessi, il passo può sembrare breve. Si tratta invece di un percorso articolato, a volte difficile, condiviso da utenti diversi, frutto di studio, analisi, risorse, energie, dedizione. Il tutto con un minimo comune denominatore: raggiungere il cuore del cliente. Lungo la provinciale si scorge il capannone color Tiffany dell’azienda, semi nascosta, quasi invisibile, non fosse per un prezioso cartello in metallo, giallo e grigio. Global Cosmesi.

Global, nella contemporaneità quotidiana, rimanda forse a quel senso di unione, forza, fiducia che, negli ultimi tempi, pare essere venuto meno.
Nel silenzio umido della pianura ferrarese, tra il grigio di una nebbia semestrale, fomentata dall’inevitabile smog del mondo industrializzato, si fa largo un gruppo di competenze messe in campo per riuscire a realizzare brand di successo, trasformando il grigio in una sinfonia di colori personalizzati.
Nella logica di una completa efficienza, al fine di soddisfare al meglio le attuali necessità di una clientela nazionale quanto internazionale, i dipartimenti di Global Cosmesi sono incentrati sul lavoro volto al perseguimento di tali necessità, intersecandosi tra le linee guida dettate dai clienti stessi. Dinamicità, cooperazione, multitasking, versatilità, le parole chiave.
Ecco che l’ufficio acquisti, seguito da Federica Taddia, fa da apice a una sorta di opzione “full-service”, che parte dalla fase embrionale legata all’ordine di packaging e materie prime, per giungere a quella finale di esportazione all’estero del prodotto finito, nato dalla fusione dei singoli elementi, in coordinazione con gli altri reparti. Federica, in questa duplice funzione, gestendo il progetto dall’acquisto, alla spedizione, dà la possibilità a Global Cosmesi di offrire al cliente il completo controllo del prodotto, seguendo così anche la fase di export, apparentemente complessa, quanto necessaria, al giorno d’oggi.

Nell’ottica del rispetto di tutte le procedure previste, seguendo le tendenze e i continui cambiamenti normativi, la globalità delle funzioni dei vari reparti diventa sinonimo di efficienza, con un obiettivo comune: dare una forma concreta alle idee dei clienti. Laddove l’azzurro Tiffany si colora, tingendosi di mille sfumature, coinvolgendo lo sfondo GREEN che il pianeta ci chiede, suo malgrado, di rispettare.
Ogni comparto, nel corretto susseguirsi dei propri compiti, prepara il lavoro per lo step successivo, con l’intento di raggiungere la medesima meta. La soddisfazione del singolo, si traspone nella soddisfazione di molti. Questo crea la globalità. Questo è Global Cosmesi.

#noicimettiamolafaccia

Federica_taddia_Green_private_label

Condividi: